News

“So la verità sul Coronavirus, dietro c’è la Cia” e si schianta contro l’ambasciata Cinese.

Ieri sera a Buenos Aires, nel quartiere di Saavedra, un ventiquattrenne studente di ingegneria, tale Gastòn Sanda, è stato arrestato per essersi schiantato contro il cancello dell’ambasciata cinese dopo aver pubblicato un video in cui affermava che la diffusione del coronavirus sarebbe responsabilità della CIA: “So la verità dietro al coronavirus, c’entra la Cia ed ho bisogno dell’aiuto dell’ambasciata cinese.”

Al momento dello schianto l’ambasciatore cinese in Argentina, Xiaoli Zou, non si trovava all’interno della residenza diplomatica.


Sono state immediatamente allertate le forze dell’ordine, artificieri e vigili del fuoco. La parte anteriore del veicolo del giovane era completamente distrutta e l’airbag risultava attivato dopo lo schianto. Di fronte agli agenti il giovane, in apparente stato confusionale, ha spiegato: “Devo comunicare un messaggio molto importante all’ambasciatore, ho bisogno di chiedere asilo politico.”
Nell’auto non vi erano armi o esplosivi ma solo un messaggio scritto a mano, in cui il giovane ripeteva ciò che aveva detto nel video registrato poco prima.
Il ragazzo verrà sottoposto a perizia psichiatrica nelle prossime ore; intanto su di lui pende l’accusa di attentato all’ordine pubblico.

Related Articles

Back to top button
Close
Close